10 ottobre 2006

Tutti con Garghy!


Il volley è anche questo. E’ anche solidarietà, quella di un ragazzo fortunato che vuole regalare a qualcun altro una possibilità, una speranza. Stiamo parlando di Andrea Garghella, libero della Antonveneta Padova, che da settembre ha organizzato una serie di aste benefiche online, il cui ricavato è destinato alla Comunità Papa Giovanni XXIII di Don Benzi in Kenya, e in particolare ai bambini di Soweto, una delle baraccopoli di Nairobi. All’asta, su www.ebay.it, oggetti di abbigliamento sportivo (magliette, tute, giacconi, gadget vari...) della squadra di Andrea, l’Andonveneta Padova, e di altre società che hanno aderito all’iniziativa (una delle ultime è la Bre Lannutti Cuneo), mettendo a disposizione completi di gioco autografati dai campioni del volley.
Un’iniziativa pregevole che merita l’attenzione di tutti, perché si sa che il mondo della pallavolo sa essere molto sensibile. Forza, Garghy, siamo tutti con te!


www.garghy.it

09 ottobre 2006

Kooistra, la grinta del vice!

Sembra sempre una banalità dire che la panchina è importante, ma quale verità! Ce ne siamo accorti ieri, una volta di più: con Hernandez fuori per un fastidioso problema alla schiena, ecco alla ribalta nella M. Roma Volley Wytze Kooistra, giovane (1983) opposto olandese, chiamato a sostituire il cubano già alla prima giornata. In quell’occasione aveva brillato, facendo vedere a tutti quel che i panchinari sono capaci di fare. Ma ieri, Wytze, è stato dirompente: con i suoi 34 (!) punti non solo non ha sfigurato davanti ad Anderson, esperto collega della Prisma Taranto, rispedita in Puglia con un solo punto, ma ha anche messo in seria difficoltà mister Serniotti, che in futuro faticherà a relegare in panchina un cavallo di razza scalpitante come il giovane olandese.
Tra gli opposti, però, non solo Kooistra è una seconda linea di lusso: pensiamo ad esempio ad Oro, della Bre Lannutti, capace di risolvere il match in casa della Cimone Modena, oppure a Bartoletti, che ha sostituito con efficacia Miljkovic durante la sua assenza per infortunio. Proprio “Ivan il terribile” è tornato ad essere decisivo contro l’Itas Diatec Trentino, regalando alla Lube un 3 – 2 d’ossigeno dopo la striscia negativa di tre sconfitte consecutive tra Campionato e Champions. Montichiari non riesce nell’impresa – Treviso: lupacchiotta nella tana del lupo (così aveva definito la sfida Velasco), la compagine bresciana si fa intimorire e sbaglia a valanga (26 errori punto), consegnando alla Sisley un 3 – 0 non del tutto atteso.
Latina ha vita facile (3 – 1) contro la terremotata Verona, guidata temporaneamente da Luca Caliaro al posto dell’esonerato Dagioni e priva degli infortunati Birbanti e Howard. Non troppo sofferta neanche la vittoria della Rpa Perugia, che ha condannato Vibo Valentia alla seconda sconfitta casalinga consecutiva grazie a Stokr (in estate proprio destinato alla Tonno Callipo Vibo) e continua a godersi la vetta della classifica.
Cuneo segue a – 2, dopo il vittorioso anticipo di Padova che ha salutato il ritorno di Wijsmans, 22 punti dopo l’assenza in Champions League per un problema al ginocchio sinistro. Stasera, invece, sfida appetitosa tra Copra Piacenza in cerca di conferme e Cimone Modena a caccia di punti da alta classifica.
Risultati
Sisley Treviso - Acqua Paradiso Gabeca Montichiari 3-0 (25-23, 25-23, 25-21)
Antonveneta Padova - Bre Banca Lannutti Cuneo 1-3 (22-25, 31-29, 22-25, 18-25)
Copra Berni Piacenza - Cimone Modena posticipo 9/10/2006 Ore 20:30
Maggiora Latina - Marmi Lanza Verona 3-1 (20-25, 25-19, 27-25, 25-18)
Lube Banca Marche Macerata - Itas Diatec Trentino 3-2 (20-25, 25-19, 25-20, 18-25, 15-12)
Tonno Callipo Vibo Valentia - RPA-LuigiBacchi.it Perugia 1-3 (27-29, 28-26, 22-25, 17-25)
M.Roma Volley - Prisma Taranto 3-2 (23-25, 21-25, 25-22, 27-25, 15-13)

Classifica
RPA-LuigiBacchi.it Perugia 15
Bre Banca Lannutti CN 14
Sisley Treviso 12
Acqua Paradiso Gabeca Montichiari 11
Maggiora Latina, Cimone Modena, Itas Diatec Trentino 10
Copra Berni Piacenza 9
M.Roma Volley, Prisma Taranto 8
Lube Banca Marche Macerata 7
Antonveneta Padova 5
Tonno Callipo Vibo Valentia 3
Marmi Lanza Verona 1
1 incontro in meno: Cimone Modena, Copra Berni Piacenza.
(photo ewoudbroeksma.com)

02 ottobre 2006

Gabeca Montichiari, gradito ritorno nel V.C.C. (Volley Che Conta)!

Dalle parti di Brescia, oggi, si sorride. Spazzati via i brutti i ricordi, colmi di fatiche, delusioni e punti sudati, si torna a pensare in grande: il V.C.C. (Volley Che Conta) ha di nuovo bussato alla porta di Montichiari, dopo averla vista al vertice della classifica (con Cuneo) in attesa del Monday Night. Non sarà un primo posto assoluto, una fuga verso la conquista del campionato, ma per una formazione che nelle ultime stagioni aveva raccolto più che altro amarezze, non è niente male.
Cos’è successo? Sarà mica che, guarda caso, in estate è arrivato un certo Julio Velasco, fenomeno capace di costruire ovunque qualcosa di grande dal punto di vista pallavolistico? Abbiamo detto pallavolistico e non calcistico, attenzione, perché nel pallone il mister argentino non ha avuto la stessa fortuna conquistata sottorete. La domanda è spontanea: non l’ha detto, Julio, a Gian Paolo Montali, che nel calcio l’è dura? Può anche darsi, ma il tecnico azzurro pare proprio un innamorato che non vede altro se non la sua dolce Vecchia Signora.
E a proposito di signore, ce n’è una spericolata che non si ferma neanche all’alt intimato da una vigilessa romana. Parliamo della signora Modena, che da decana del campionato non riesce a smettere di accelerare e superare tutti, ma i punti, invece di perderli, li guadagna.
Che brava anche Cuneo, a domare con Giba e Wijsmans una Latina senza timori reverenziali e determinatissima a non tornare a casa con le pive nel sacco. Finisce male, invece, per i pontini: ma con una squadra così ordinata e brillante, il futuro sembra roseo. Non si può dire lo stesso della Lube Macerata campione d’Italia, incappata in un’ottima giornata della risorta Piacenza. E ogni sfida è ormai una mezza tragedia per la Tonno Callipo Vibo Valentia, battuta in casa dalla Antonveneta Pampel, ops, Padova.
Ma parlavamo di Montichiari, che oggi festeggia il rotondo 3 – 0 conquistato a Verona, piazza insidiosa nonostante l’avvio traballante di stagione per la formazione di Dagioni. In grande spolvero Meszaros, decisivo ieri insieme a Mauro Gavotto, votato m.v.p. del mese di settembre. L’opposto di origini cuneesi, tra l’altro, in questi tempi sta ringraziando tutti i santi conosciuti per non aver accettato di trasferirsi a Milano in estate, accontentando Velasco.
E allora bravo Julio, hai fatto centro. E chissà che sorprese ancora più belle per i tuoi tifosi non arrivino già domenica a Treviso…

(photo AbbassA La Rete)

25 settembre 2006

Cuneo trova l'Oro a Modena

Cuneo trova l' Oro a Modena
Una volta si andava nel Klondyke, come zio Paperone. Ora basta uscire a Modena nord, mangiare un panino con la mortadella, sedersi al PalaPanini e il gioco è fatto: l’Oro è servito. Decisivo nel tie-break tutto cuneese, l’opposto riabilitato dopo un anno di infortunio si è messo in mostra come vice-Lasko, mettendola nel sacco non a una Giovane Marmotta (tanto per restare in tema), ma a una vecchia volpe come SartorAce.
Cuneo vince, i Blu Brothers godono. Modena, invece, non sorride nemmeno: troppo bruciante è regalare il tie-break ai poco amati avversari piemontesi.
Cimone Modena - Bre Banca Lannutti Cuneo 2 - 3 (26-24, 23-25, 23-25, 25-22, 9-15)

Macerata per un soffio
Sfida più ostica del previsto per i campioni d’Italia, in quel di Padova. Alla fine il vento soffia dalla parte della Lube, che esce vincitrice dal PalaBernhardsson al tie-break dopo essere stata sotto nel conto-set. Il 2 – 3, che alla vigilia sarebbe stato giudicato “un punto perso”, ora si legge “due punti d’oro” per i campioni d’Italia. Alla formazione di Schiavon, come nella gara contro Treviso, manca la zampata vincente.
Antonveneta Padova - Lube Banca Marche Macerata 2 - 3 (23-25, 25-22, 25-15, 17-25, 13-15)

Piacenza affonda Vibo

La Copra continua l’operazione – riscatto e si impone nelle acque amiche, colpendo 3 – 0 Vibo Valentia, che affonda e viene risucchiata dai gorghi della bassa classifica. Decisivi i tre colonnelli di lunga data, Marshall, Simeonov e Zlatanov, uomini giusti per una delicata missione che vedeva coinvolto anche il neo-arruolato Cozzi. Calabresi che restano a galla a fatica, e per poco. Praticamente, uno scontro sottomarino vs. barchetta di carta. Non è una fiaba, vince il sottomarino.
Copra Berni Piacenza - Tonno Callipo Vibo Valentia 3 - 0 (25-20, 25-16, 25-18)

Treviso 3, il ritorno

La prima giornata aveva illuso tutti con il k.o. a Latina, ma era uno scherzetto. Treviso è tornata, ed è sempre la stessa. Con i suoi modi bruschi ma efficaci, con i suoi personaggi affezionati, così ricorrenti che se cambiassero casacca non li vedresti nemmeno più come giocatori di pallavolo. Un po’ come se Horst Tappert dicesse che è un attore e non c’entra niente con l’Ispettore Derrick.
E allora ecco Treviso 3, il ritorno. Tre come le vittorie. Tre come i 3 – 0. Tre come i giocatori – chiave di oggi: Fei, Papi e Cisolla, che si dividono il compitino in perfetto sisleyan style.
Ciao Verona, non ti sorride la classifica. Tirati su le maniche, pensa a tutti gli errori, e la scalerai più facilmente di quanto pensi.
Sisley Treviso - Marmi Lanza Verona 3 - 0 (27-25, 25-19, 25-22)

Trento sbanca Roma
Savani non c’è, citofonare Hernandez. L’unico presente in casa Roma è l’opposto cubano, che sorveglia senza sosta la magione. Ma i ladri arrivano, pendolari da Trento, non bussano e irrompono. Identificati: Andrè Heller, brasiliano, Stefan Hubner, tedesco, entrambi centrali, classe 1975. Alla fine, si portano via indisturbati tre set, che facilmente riusciranno a cambiare da qualche ricettatore in tre punti di buon valore.
M.Roma Volley - Itas Diatec Trentino 1 - 3 (30-32, 22-25, 28-26, 23-25)

Latina is on
La Prisma Taranto cade per la prima volta al PalaFiom, la Maggiora Latina svetta al tie-break e torna a conquistare punti pesanti. Anderson non basta ai pugliesi, Zanuto Iorio invece sì ai pontini.
L’equilibrio si sposta da una parte all’altra per quattro set, poi, al quinto, scivola verso gli ospiti, che con un break di 4 – 0 già cominciano a fare le vittoriose valigie.
Prisma Taranto - Maggiora Latina 2 - 3 (20-25, 25-16, 25-19, 20-25, 11-15)


(photo piemontevolley.it)

23 settembre 2006

Modena - Cuneo, anticipo piccante

Sabato 23 settembre 2006 ore 18.15 (diretta SkySport2)
Cimone Modena - Bre Banca Lannutti Cuneo
Alla quarta di campionato, è già Modena – Cuneo, da sempre una delle sfide più combattute del campionato italiano. Nota è anche la rivalità tra le due tifoserie, che non perdono mai l’occasione di punzecchiarsi a vicenda. Tra i piemontesi dovrebbe esordire Riad, impiegato da Prandi già mercoledì al posto del partente Cozzi. Per il resto, solito sestetto titolare con Coscione, Lasko, Omrcen, Giba, Wijsmans e Vergnaghi. In casa Modena, invece, probabile l’impiego di Ricardo in regia, Sartoretti opposto, Sidao – Rak al centro, Giani – Murilo in banda e Casoli libero.
Arbitri: Barbero - Locatelli
Quote SNAI: Vittoria Modena (1.55) – Vittoria Cuneo (2.17)

Domenica 24 settembre 2006 ore 18.00
Antonveneta Padova - Lube Banca Marche Macerata
La Lube cerca i 3 punti a Padova per continuare sulla buona strada dopo l’importante successo contro Modena. Non è escluso l’impiego di Miljkovic, che potrebbe tornare in campo dopo lo stop forzato a causa di una leggera distorsione.
Arbitri: Saltalippi - Achille
Quote SNAI: Vittoria Padova (5.00) – Vittoria Macerata (1.11)

Copra Berni Piacenza - Tonno Callipo Vibo Valentia
Il 3 – 0 su Roma di domenica scorsa è stato un chiaro messaggio: Piacenza c’è. Contro la Tonno Callipo la formazione biancorossa dovrà ripetersi, per far sì che le prime due giornate disastrose diventino un ricordo lontano. Con ogni probabilità Pupo Dall’Olio schiererà già in campo il neo-acquisto Paolo Cozzi, arrivato in settimana dalla Bre Banca Lannutti.
Arbitri: Bartolini - Lavorenti
Quote SNAI: Vittoria Piacenza (1.18) – Vittoria Vibo Valentia (3.90)

Sisley Treviso - Marmi Lanza Verona
Ad eccezione di Howard, ancora fermo per infortunio, formazioni al completo per il derby veneto. La Marmi Lanza, sempre a caccia della prima vittoria in campionato, arriva a Treviso ancora indolenzita dalla sfortunata trasferta di Vibo Valentia. Alla Sisley (che si presenterà come al solito con Vermiglio, Fei, Tencati, Gustavo, Papi, Cisolla, Farina) sorridono i precedenti al PalaVerde: sette vittorie su sette partite con Verona.
Arbitri: Pasquali - Sampaolo
Quote SNAI: Vittoria Treviso (1.08) – Vittoria Verona (5.70)

Prisma Taranto - Maggiora Latina
Anche a Cuneo, nonostante la sconfitta, Taranto ha dimostrato di avere le carte in regola per disputare un buon campionato. Da matricola, però, deve prima di tutto pensare all’obiettivo principale: la salvezza. In quest’ottica l’incontro con la Maggiora Latina, diretta concorrente nella zona media della classifica, assume un valore particolare. Tra i laziali, ancora assente Mattioli, infortunato ad un dito della mano destra.
Arbitri: Giani - Zecchini
Quote SNAI: Vittoria Taranto (1.35) – Vittoria Latina (2.75)

M. Roma Volley - Itas Diatec Trentino (ore 18.15, diretta SkySport2)
L’Itas Diatec prova a ripartire da Roma per lasciarsi alle spalle la brutta sconfitta casalinga di mercoledì che ha consegnato a Perugia la vetta della classifica. Nella capitale ritroverà gli ex Savani, Kooistra e Tofoli, oggi giocatori di una Roma Volley decisa a riscattarsi dopo il k.o. di Piacenza.
Arbitri: Gaspari - Cinti
Quote SNAI: Vittoria Roma (1.30) – Vittoria Trento (3.00)

(photo piemontevolley.it)

21 settembre 2006

Cadono Modena, Roma e Montichiari: Perugia in vetta

Perugia, tre punti d'oro
Trento, così non ci siamo
Brutta serata per l’Itas Diatec: la Rpa Perugia (sola in vetta alla classifica) le rifila uno 0 – 3 casalingo che di certo non metterà di buon umore il patron Mosna. Il campo amico continua a non portare fortuna a Winiarski e compagni: dopo la sconfitta della prima giornata ad opera di Taranto, ecco una nuova tegola che cade sul Mondoflex del PalaTrento. La sfida degli opposti la stravince Jan Stokr, m.v.p. del match con 23 punti realizzati.
Alla fine, la spunta la Lube
Dopo un match molto combattuto (primo parziale 31 – 33), la sfida del PalaFontescodella ha un vincitore: la Lube Campione d’Italia, che fa vedere gli artigli alla Cimone (recuperato un set di svantaggio) e, soprattutto,tira fuori giocatori magici dal cilindro: è il caso di Bartoletti, sostituto di Miljikovic con 17 punti, Monopoli, Paparoni e Raymaekers. Quella che manda a casa Modena, infatti, è praticamente la panchina della Macerata scudettata. Buon per De Giorgi: d’altronde, una grande squadra si riconosce anche dalla possibilità di adattarsi alle situazioni difficili sfruttando una “panchina lunga”.

Piacenza rialza la testa
Una Piacenza grintosa e aggressiva si impone 3 – 0 sulla M. Roma Volley, rispedendo al mittente, almeno per il momento, tutte le critiche piovute sulla squadra dopo il pessimo avvio di campionato.
Serniotti mischia le sue carte nel vano tentativo di arginare la Copra che, supportata dai suoi uomini storici Simeonov, Zlatanov e Marshall, conquista tre punti scaccia-crisi.

Latina supera Montichiari al tie-break
Al Palabianchini non si passa: dopo la Sisley Treviso, in terra laziale cade anche la Gabeca Montichiari. Non bastano gli incredibili 30 punti di Gavotto, ancora una volta top scorer, e il vantaggio della squadra di Velasco nel conto-set (1 – 2): Latina si affida a Vissotto Neves e Zanuto Iorio, che con il loro apporto permettono alla formazione casalinga di ribaltare il risultato (3 – 2).

Treviso, passeggiata padovana
Il primo set è combattuto fino in fondo, la Sisley è costantemente sotto e subisce l’iniziativa dei padroni di casa, incapaci comunque di chiudere il parziale in proprio favore. L’esperienza degli orogranata ha la meglio e, superato l’ostacolo iniziale, il resto dell’impresa diventa ordinaria amministrazione per i campioni d’Europa. Peccato per Padova, che si è fatta sfuggire l’occasione di strappare almeno un set alla blasonata formazione di Bagnoli.

Diesel Cuneo, ma Taranto è k.o.
Partenza difficile per il sestetto di Prandi, che subisce l’iniziativa ospite, in particolare con l’ex Anderson (alla fine recuperato) e cede il primo parziale. Poi, per i padroni di casa, una lenta risalita, una vittoria costruita pezzo per pezzo soprattutto grazie a Lasko e Vergnaghi (m.v.p.).
Fuori Cozzi, dentro il nuovo acquisto Riad. Alla fine, ecco il motivo: il centrale azzurro è stato ceduto alla Copra Piacenza.
Risultati
Lube Banca Marche Macerata - Cimone Modena 3-1 (31-33, 26-24, 25-22, 25-21)
Itas Diatec Trentino - RPA-LuigiBacchi.it Perugia 0-3 (15-25, 24-26, 19-25)
Copra Berni Piacenza - M.Roma Volley 3-0 (25-21, 25-20, 25-22)
Maggiora Latina - Acqua Paradiso Gabeca Montichiari 3-2 (26-28, 25-20, 22-25, 27-25, 15-13)
Antonveneta Padova - Sisley Treviso 0-3 (22-25, 18-25, 19-25)
Bre Banca Lannutti Cuneo - Prisma Taranto 3-1 (21-25, 25-20, 25-19, 25-22)

Tonno Callipo Vibo Valentia - Marmi Lanza Verona - posticipo 21/9/2006

Classifica
RPA-LuigiBacchi.it Perugia 8
Acqua Paradiso Gabeca Mont. 7
Sisley Treviso, Cimone Modena, M.Roma Volley, Bre Banca Lannutti Cuneo 6
Prisma Taranto, Maggiora Latina 5
Copra Berni Piacenza, Itas Diatec Trentino e Lube Banca Marche Macerata 3
Marmi Lanza Verona e Antonveneta Padova 1
Tonno Callipo Vibo Valentia 0

1 Incontro in meno: Marmi Lanza Verona, Tonno Callipo Vibo Valentia;
(photo Marco Trabalza trentinovolley.it)

20 settembre 2006

Giallo Cozzi - Cuneo: il centrale verso Piacenza?

Piccolo giallo in casa Cuneo: al termine della sfida vittoriosa contro la Prisma Taranto, Silvano Prandi, incalzato da un cronista, spiega l'assenza del centrale Cozzi: "Cozzi è stato venduto a Piacenza, il trasferimento dovrebbe essere perfezionato e quindi credo che il giocatore non farà più parte del nostro organico".
Tutto più chiaro. O forse no.
Raggiunto in tribuna, Paolo Cozzi, visibilmente amareggiato, smentisce le parole del tecnico:"So che sono in ballo delle trattative, ma bisogna essere in tre per queste cose. Io non sono andato via, domani sarò qui a far pesi e se devono cambiar le cose non cambiano certamente da parte mia. Stasera alle sette dovevo partire titolare, alle sette e uno mi son trovato a rivestirmi. Al momento sono ancora qua, mi sento di Cuneo, io non ho mai detto di voler andare via e lo confermo".
Con ogni probabilità, in ogni caso, le parti si accorderanno per un trasferimento del centrale alla società del patron Molinaroli, destinazione ampiamente ventilata da radiomercato negli ultimi giorni delle trattative estive.

Piacenza, alla terza giornata è già alta tensione

Programma, probabili formazioni e arbitri della terza giornata di A1

Mercoledì 20 settembre 2006 ore 20.30

Lube Banca Marche Macerata – Cimone Modena
Il big match della terza giornata si gioca al PalaFontescodella: di fronte, due dei sestetti più quotati in questa stagione. Macerata è chiamata a vincere, per riscattare un pessimo inizio di campionato (zero punti in classifica per i campioni d’Italia!); Modena, viceversa, vuole confermare il buon momento confrontandosi con un avversario più QUOTATO dei precedenti. Assente l’opposto biancorosso Ivan Miljkovic per l’infortunio della gara con Trento, giudicato comunque non grave dallo staff medico marchigiano.
Probabili formazioni
Macerata: Sintini, Bartoletti, Geric, Rodrigao, Dennis, Herpe, Corsano (L). All. De Giorgi.
Modena: Ricardo, Sartoretti, Dos Santos, Rak, Giani, Murilo, Casoli (L). All. Bagnoli Bruno.
Arbitri: Cipolla – Castagna
Quote SNAI: Vittoria Macerata (1.60) – Vittoria Modena (2.10)

Itas Diatec Trentino – RPA-LuigiBacchi.it Perugia
Sfida imprevedibile quella che andrà in scena al PalaTrento, che vedrà di fronte due squadre reduci da incontri domenicali soddisfacenti: l’Itas Diatec ha conquistato al tie-break il derby dell’Adige in casa della Marmi Lanza Verona, mentre la Rpa Perugia ha liquidato con un secco 3 – 0 la Maggiora Latina. Sfida parallela Andrè Nascimento – Jan Stokr. Chi avrà la meglio?
Probabili formazioni
Trento: Meoni, Nascimento, Heller, Nemec, Winiarski, Gallotta, Bari (L). All. Lattari.
Perugia: Sottile, Stokr, Lebl, Di Franco, Vujevic, Swiderski, Pippi (L). All. Zanini.
Arbitri: Gnani – Satanassi
Quote SNAI: Vittoria Trento (1.50) – Vittoria Perugia (2.30)

Copra Berni Piacenza – M. Roma Volley
Momento delicatissimo per i padroni di casa: dopo la sconfitta di sabato scorso a Taranto, il patron Molinaroli ha avuto parole durissime per la sua squadra, ammorbidite in parte dopo il faccia a faccia di ieri sera. Inutile dire, quindi, che per la formazione piacentina sarà una sfida decisiva, resa ancora più difficile dalle probabili defezioni dei centrali Cardona e Botti. Molta più tranquillità, invece, per gli ospiti della M. Roma, che arrivano galvanizzati da due importanti successi con Macerata e Cuneo.
Probabili formazioni
Piacenza: Grbic, Simeonov, Bovolenta, Dunnes, Marshall, Zlatanov, Sergio (L). All. Dall’Olio.
Roma: Tofoli, Hernandez, Mastrangelo, Semenzato, Savani, Molteni, Henno (L). All. Serniotti.
Arbitri: Boris – La Micela
Quote SNAI: Vittoria Piacenza (1.75) – Vittoria Roma (1.88)



Maggiora Latina – Acqua Paradiso Gabeca Montichiari (diretta SkySport2)
La Gabeca Montichiari di Julio Velasco è a Latina per cercare il tris: un successo, infatti, le consentirebbe di restare in testa alla classifica. Non ci stanno, però, i padroni di casa, che cercheranno di soddisfare il pubblico del Palabianchini ripetendo la vittoriosa prestazione della prima giornata contro la Sisley Treviso. Non ci sarà Francesco Mattioli, assente per una frattura all’anulare della mano destra.
Probabili formazioni
Latina: Mattera, Leandro, Fortunato, Bjelica, Grbic, Zanuto, Latelli (L). All. Gulinelli.
Montichiari: Suxho, Gavotto, Sala, Jeroncic, Meszaros, De La Fuente, Rinaldi (L). All.Velasco.
Arbitri: Meneghini – Santi
Quote SNAI: Vittoria Latina (1.88) – Vittoria Montichiari (1.75)

Sempre Volley Padova – Sisley Treviso
Il calendario sorride ancora ai campioni d’Europa della Sisley, che a soli due giorni dal vittorioso Monday Night contro Vibo Valentia, fanno visita alla Sempre Volley Padova. Limitate le possibilità della formazione di Gigi Schiavon, specie se gli orogranata scenderanno in campo determinati come lunedì.
Probabili formazioni
Padova: Esko, Pampel, De Togni, Piscopo, Andrae, Kromm, Garghella (L). All. Schiavon.
Treviso: Vermiglio, Fei, Gustavo, Tencati, Papi, Cisolla, Farina (L). All. Bagnoli Daniele.
Arbitri: Caldarola – Ippoliti
Quote SNAI: Vittoria Padova (3.70) – Vittoria Treviso (1.20)

Bre Banca Lannutti Cuneo – Prisma Taranto
Attenzione a Taranto. La formazione di mister Di Pinto ha iniziato il campionato col botto, vincendo prima a Trento e quindi contro Piacenza. E’ovvio, quindi, che il sestetto cuneese guidato da Prandi rivolgerà molta attenzione all’insidioso avversario, soprattutto dopo aver verificato che i propri meccanismi non sono ancora ben oliati. Quasi certamente sarà assente Anderson, mentre sarà in campo l’altro ex di Cuneo, Granvorka.
Probabili formazioni
Cuneo: Coscione, Lasko, Omrcen, Cozzi, Giba, Wijsmans, Vergnaghi (L). All. Prandi.Taranto: Nuti, Valdir, Vulin, Felizardo, Granvorka, Castellano, Vicini (L). All. Di Pinto.
Arbitri: Pessolano – Mastrodonato
Quote SNAI: Vittoria Cuneo (1.40) – Vittoria Taranto (2.57)

Tonno Callipo Vibo Valentia – Marmi Lanza Verona
Voglia di riscatto da entrambe le parti, ancora a secco di vittorie: la Tonno Callipo, finora, non si è aggiudicata neppure un set, cedendo 0 – 3 sia con Modena che con Treviso; Verona, dopo lo scivolone di Cuneo, ha perso in casa al tie-break il derby con l’Itas Diatec Trento. Chi sazierà la propria fame?
Probabili formazioni
Vibo Valentia: Raphael, Shittu, Cavallini, Polidori, Diaz, Bravo, Cicola (L). All. De Rocco.Verona: Boninfante, Biribanti, Birarelli, Bontje, Gato, Bernardi, Sorcinelli (L). All. Dagioni.
Arbitri: Cesare – Perri
Quote SNAI: Vittoria Vibo Valentia (1.95) – Vittoria Verona (1.70)

(photo AbbassA La Rete)